Batman: Il ritorno del cavaliere oscuro – Frank Miller

Batman – Il ritorno del cavaliere oscuro di Frank Miller è quella che viene tuttora considerata come una delle più grandi opere a fumetti mai pubblicate. Un breve ciclo di storie, una miniserie di quattro numeri, che ha rivoluzionato il modo di fare fumetto influenzando praticamente tutta la produzione occidentale da lì in avanti.

Credo che chiunque fra i seguaci dei supereroi di ogni genere prima o dopo si sia fatto la seguente domanda: ma perchè io invecchio e loro no…? La risposta ce la da Frank Miller. La storia è infatti ambientata in una Gotham City spostata di vent’anni avanti rispetto alle classiche vicende di Batman, e ci propone una situazione iniziale in cui il 50enne Bruce Wayne ha deciso di appendere la maschera al chiodo già da una decina d’anni. Purtroppo (per lui) o per fortuna (per noi) l’età non si rivelerà un motivo sufficiente per non rispondere a quel richiamo interiore alla battaglia scaturito da una clamorosa impennata della criminalità, che le sole forze di polizia non sono più in grado di fronteggiare (complice il ritorno sulla scena di alcune vecchie conoscenze dell’uomo pipistrello come il Joker e Due Facce).


Miller parte da un’idea: Bruce Wayne è un uomo come tutti gli altri, forse solo più ricco, spinto sulla strada della vendetta dal brutale omicidio dei suoi genitori. Anche per questo Batman viene presentato come un personaggio cupo e misterioso, che sente su di sé il peso di un tempo inesorabile che ha lasciato i suoi segni. Il mondo lo ha quasi dimenticato e lui vive ormai solo nel ricordo di amici e nemici del passato. Il vecchio vigilante stenta a comprendere l’evoluzione che la criminalità ha avuto durante la sua assenza (le nuove generazioni di criminali uccidono immotivatamente e senza scrupoli), ma sa che deve combatterla e anzi ritrova stimoli e nuova linfa quando si arrende alla sua ineluttabile natura di vendicatore.

Fra le tante ispirazioni di Miller troviamo anche la critica alla società americana degli anni’80:una critica forte, diretta, a tratti spietata. Egli sottolinea ad esempio l’importanza, l’onnipresenza e spesso anche la pericolosità dei media, che nella vicenda accompagnano sistematicamente gli eventi con voci contrastanti e contraddittorie.

Batman – Il ritorno del cavaliere oscuro è una pietra miliare del fumetto che pagina dopo pagina acquisisce per gli appassionati un valore leggendario, ma che lascia comunque in chi non lo è la consapevolezza di aver assistito a qualcosa di grande.

Editore: DeAgostini – Pagine: 191 – Colori – Prezzo: 20€

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...