Mamma, torna a casa – Paul Hornschemeier

Mamma, torna a casa è il racconto semi-autobiografico che ha fatto conoscere Paul Hornschemeier a livello mondiale, facendogli peraltro vincere parecchi premi.

Il libro racconta la storia di Thomas, un bambino di sette anni che dopo la perdita della madre si ritrova a dover affrontare anche la situazione di un padre che in seguito all’accaduto ha perso la ragione. Entrambi, nel tentativo di sfuggire alla terribile realtà delle cose decidono di rifugiarsi in un mondo onirico che prende rispettivamente le sembianze di fantasia e follia, immaginazione e isolamento, ideali rinunce ad una vita svuotata.

Singolare ma affascinante la scelta di presentare la storia come una lunga introduzione al libro, che invece inizia e finisce contemporaneamente nella pagina conclusiva; l’intento dell’autore è quello di chiudere idealmente un capitolo cupo e malinconico per il piccolo Thomas focalizzando invece l’attenzione del lettore sull’avvento di un nuovo corso che permetterà a quel bambino di crescere, metabolizzare l’accaduto e perchè no, renderci partecipi dei suoi ricordi.

Una delle osservazioni che mi sono state fatte dalla nascita del blog ad oggi è quella di proporre graphic novel che spesso affrontano tematiche dolorose e complesse. Forse la cosa che più mi affascina di questo genere di storie è il fatto che riescono a spaccarmi in mille pezzi aiutandomi a guardarmi dentro e a riflettere sulle emozioni che ne scaturiscono. Ma la cosa che mi piace sottolineare è che gli autori che firmano questi racconti, nonostante percorsi di vita difficili (anche se spesso fondamentali nel loro percorso di formazione), riescono sempre (o quasi) a farci arrivare all’ultima pagina con un sorriso, magari commosso, magari malinconico, magari semplicemente felice, ma pur sempre un sorriso, un’emozione buona, sana, positiva. Sicuramente arricchiti.

Mi sono permesso questa digressione perchè quello di Hornschemeier da questo punto di vista è un albo bello ma forte, forse il più cupo ed introspettivo che abbia letto finora, e lo stile a volte volutamente bambinesco con cui è disegnato così come il finale decorato di speranza forse non bastano ad alleggerirne il peso. Lettore avvisato…

“Brillante! Letteratura illustrata! Questo racconto porta il fumetto fuori dal suo ghetto”. – Will Eisner

“Stilisticamente innovativo, questo libro è commovente. Nessuna tavola è fuori posto; nessun gesto è inutile. Ogni colore, oggetto o elemento narrativo arricchisce il suo essenziale paesaggio”. – Craig Thompson

Editore: Tunuè – Pagine: 128 – Colori – Prezzo: 16,90€

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...