Oche (il sangue scorre nelle vene) – Lorena Canottiere

Torino. Henry, Davide e Nadia sono tre adolescenti che per motivi diversi vivono in una condizione di solitudine, incompresi dal mondo che li circonda e chiusi in un’armatura fatta di rabbia, dubbi e paure. Henry è un immigrato, ex bambino soldato adottato da una famiglia italiana ma profondamente segnato da una guerra che nella sua mente viene combattuta senza soluzione di continuità; Davide e Nadia si sentono estranei in casa propria a causa di vicende domestiche complesse e stressanti. Ad accomunare le intenzioni dei tre un desiderio di fuga, la voglia di uscire da una situazione che non solo non li soddisfa ma che ne sta lentamente logorando l’equilibrio. E un tranquillo barbone che vive in compagnia delle sue oche in riva al fiume gli offrirà involontariamente l’occasione di conoscersi, confrontarsi e dare inizio ad una fragile amicizia..perchè in fondo “guardare l’acqua che scorre è un po’ come andarsene via”..

Oche è uno spaccato di vita vera, a suo modo un romanzo di formazione, che racconta con delicatezza una sensazione che prima o poi trova spazio nelle vite di ognuno di noi. L’unico appunto che faccio riguarda la trama. I testi ed i temi affrontati sono profondi e affascinanti, ma a mio parere la storia manca un po’ di sostanza. Ad ogni modo un bell’albo.

Editore: Coconino Press – Pagine: 125 – Bianco&nero – Prezzo: 15€

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...