L’uomo che cammina – Jiro Taniguchi

L’uomo che cammina è una delle opere principali del maestro del fumetto nipponico Jiro Taniguchi.

Premetto che sono un profano del pianeta manga. Ma che allo stesso tempo non potevo esimermi dall’includere nella mia collezione almeno un’opera del più occidentale fra gli autori di graphic novel giapponesi. Il punto di partenza è la storia di un uomo che appena sposato si trasferisce in una nuova casa. E la trama finisce qui. Seguono diciassette brevi capitoli nei quali il protagonista si dedicherà a lunghe passeggiate all’insegna dell’esplorazione di ciò che lo circonda e della caccia ai particolari nascosti nella vita di ogni giorno. L’invito più o meno esplicito dell’autore è quello di osservare. In un mondo nervoso e frenetico come quello in cui viviamo spesso capita di perdere la reale percezione di ciò che abbiamo intorno; quante volte (almeno a me) succede di fare più volte la stessa strada e soffermarsi poi dopo molto tempo su un particolare che c’è sempre stato ma che non si era mai riusciti ad apprezzare o forse prima ancora a notare. Troppo spesso non riusciamo a godere delle piccole cose che già ci sono intorno a noi, che a volte non dobbiamo neanche cercare, ma delle quali basterebbe accorgersi. Così l’uomo che cammina di Taniguchi si concede a ciò che lo circonda, ne assapora l’essenza che sia una passeggiata sotto la pioggia, una nevicata, un’alba sulla città ancora intorpidita dal sonno o una pietanza prelibata; il tutto sempre in rigoroso silenzio, considerato elemento essenziale per ammirare il mondo in profondità e non vederne solo la superficie.

Meritano una menzione i disegni: il tratto chiaro e leggero unito ad un’attenzione quasi maniacale per il dettaglio ci regalano tavole di straordinaria fattura nelle quali l’occhio può realmente perdersi nella ricerca del particolare; inoltre, complice la quasi totale assenza di dialoghi, le numerose sequenze di immagini rievocano un’atmosfera di assoluta serenità, che almeno per un istante da al lettore la sensazione di respirare a pieni polmoni.

L’uomo che cammina è caldamente sconsigliato agli amanti di trame avvincenti e ricche di colpi di scena, che in questo caso rischierebbero seriamente di annoiarsi; ma per chi avesse voglia di riscoprire il piacere di guardarsi attorno e di perdersi nel gustare le piccole cose della vita di tutti i giorni, questo è sicuramente un albo da non lasciarsi sfuggire.

Editore: Panini Comics – Pagine: 144 – Bianco&nero – Prezzo: 10,90€

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a L’uomo che cammina – Jiro Taniguchi

  1. ercole nasoni ha detto:

    una vero architetto del fumetto,veramente perfetto.VU-zeta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...