La parentesi – Élodie Durand

 

 

 

 

 

 

 

La parentesi è la prima graphic novel dell’illustratrice e fumettista francese Élodie Durand, nata a Tours nel 1973.

In questo racconto autobiografico l’autrice rivela a noi lettori, ma in fondo anche a sè stessa, il periodo più difficile della sua giovane esistenza, quello della malattia. Dai primi sintomi manifestatisi nel 1994 all’età di 21 anni alla situazione attuale, passando per le prime diagnosi, le scoperte più dolorose, le cure e l’affetto della famiglia. Quelli che all’inizio erano infatti solo lievi malesseri si sono poi trasformati in qualcosa di ben più grave, una forma di epilessia cronica accompagnata da effetti collaterali devastanti, uno su tutti la perdita della memoria. Poco tempo dopo, ecco la scoperta che nessuno vorrebbe mai fare: un tumore, in questo caso situato sotto l’ipofisi e considerato il principale responsabile delle crisi. E così dopo la diagnosi ecco l’operazione, e dopo l’operazione l’attesa. Tutto passato? Tornerà tutto normale? O no…? La parentesi è il racconto di una battaglia per la vita, di un essere umano che rifiuta di arrendersi alla malattia, di una ragazza che si è persa ma che combatte per ritrovarsi, sorretta com’è dall’affetto di una famiglia nella quale in particolar modo la figura della madre rappresenta un vero e proprio appiglio verso la luce.

L’aspetto che più mi ha colpito dell’intera vicenda è quello relativo alla memoria. Già, la memoria. Quante sono le cose che quotidianamente diamo per scontate proprio in virtù di quel diario invisibile…? Gli amici, gli affetti, gli studi, la strada di casa, il nostro stesso nome. E se all’improvviso niente di tutto questo fosse più presente nella nostra testa? Se quell’enorme parete colorata e costellata di ricordi, nozioni ed esperienze diventasse improvvisamente un’anonima superficie bianca? E’ assurdo anche solo pensarlo. Proprio per questo ho apprezzato ancora di più il modo in cui l’autrice è riuscita nell’intento di comunicare al lettore quella sensazione di smarrimento estremo, arrivandoci in punta di piedi, in maniera autentica, con un segno un po’ bambinesco ma estremamente delicato, con un lettering da vero diario, con uno stile che commuove e che fa riflettere senza stonare o cadere nel banale. Un racconto sincero, un’esperienza difficile affrontata con amore, coraggio, tenacia e con un’arma splendida, il disegno.

La Parentesi ha vinto il Premio dei lettori 2011 del noto quotidiano Libération, e nello stesso anno il Premio per il fumetto rivelazione del festival di Angoulême.

Editore: Coconino Press – Pagine: 224 – Bianco&nero – Prezzo: 17,50€

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...